Energia e Corpi Sottili

ENERGIA E CORPI SOTTILI

ENERGIA E CORPI SOTTILI

In questa sezione saranno diffuse informazioni riguardanti l’Energia Sottile, presente non solo negli esseri viventi, ma, in generale, in tutto l’universo. E’ ormai consolidato che Tutto è Energia ma, per comprendere il significato profondo di questa frase, è necessario acquisire dei concetti di base per permettere a tutti di migliorare la propria conoscenza di sé stessi, di comprendere come tutto è veramente collegato e di diventare consapevoli che esiste un campo di energia che unisce ed interconnette tutti gli esseri umani, attraverso le singole coscienze individuali.

Questo spazio sarà dedicato esclusivamente ai concetti base riguardanti l’energia e il suo funzionamento:  che cos’è l’energia, come si muove, perché si blocca, quale è la differenza fra energia pura ed energia congesta, come scorre l’energia all’interno del corpo umano. Scopriremo, andando avanti con gli articoli, cosa sono e a che cosa servono i chakra, il campo aurico, i corpi energetici, i meridiani, e perché l’energia, se lasciata libera di fluire liberamente, rende vivi e vitali gli esseri umani. Ripartiremo  quindi dalle origini in cui questi concetti sono nati, che affondano nella Medicina Tradizionale Cinese, fino ad arrivare agli sviluppi dei giorni nostri.

Per favorire la comprensione e l’assimilazione dei contenuti degli articoli, si consiglia la lettura degli stessi in ordine di pubblicazione.

Concetto di Energia in oriente

In oriente il concetto e l’esistenza dell’Energia è presente già da tantissimo tempo e ne viene riconosciuta anche la funzione terapeutica. La nascita della Medicina Tradizionale Cinese viene fatta risalire circa al 500 a.C. e alla cui base c’è il concetto di Energia, che in India viene anche chiamata Prana, che vuol dire “vita”, “respiro”, in Cina viene chiamata Qi e in Giappone viene chiamata Ki. Questa stessa sostanza, verrà poi chiamata In Italia Energia Sottile o Energia Vitale.

Il termine Qi è forse il termine più conosciuto perché fa riferimento alla Medicina Tradizionale Cinese, della quale l’Agopuntura e lo Shiatsu sono le tecniche energetiche più conosciute in Occidente.

Il Qi o Energia Vitale, può essere definita come quella sostanza che si trova ovunque, che fluisce liberamente ed è in continuo movimento. Tutti i fenomeni dell’universo, come il movimento dei pianeti, il susseguirsi delle stagioni, l’alternarsi del giorno e della notte, la vita e la morte, il movimento e il riposo, sono prodotti dal movimento di questa energia.

Gli esseri umani non sono in grado realmente di vedere questa energia, ma la possono percepire, con il tempo possono imparare a muoverla, indirizzarla, trasformarla e soprattutto possono vedere le sue manifestazioni sia sul loro corpo fisico che sulla Terra.

Se vogliamo essere ancora più precisi, dovremmo dire che tutto ciò che è e che esiste è formato da Energia, e di questa sostanza sono composti sia gli esseri umani e gli animali che la terra e l’universo. Avvalendosi di una attenta e accurata osservazione della natura, i rappresentanti della filosofia cinese avevano acquisito certi concetti molto tempo prima rispetto a quanto, noi occidentali, siamo stati poi in grado di dimostrare con formule matematiche, fra cui la più famosa quella di Einstein.

Nonostante culturalmente il concetto di Energia Vitale ci può sembrare apparentemente astratto, in realtà ha degli effetti importanti sul nostro corpo e sulla materia e ciò si può comprendere osservando semplicemente cosa succede nel nostro quotidiano. Ogni volta che respiriamo prendiamo energia dall’aria, quando mangiamo assimiliamo energia dal cibo, quando dormiamo ci rigeneriamo perché stiamo assorbendo una specifica energia; invece, quando siamo in attività consumiamo energia, ma anche quando pensiamo, parliamo consumiamo molta energia. Inoltre, il nostro sangue è dotato di energia, i nostri organi riescono a trasformare ed accumulare energia, rilasciandola nel momento in cui il nostro organismo lo richiede.

Questa Energia è necessaria sia agli esseri umani che all’universo per continuare ad esistere e mantenersi in movimento. Quando questa energia scorre liberamente, tutti i processi vitali sono attivi, armoniosi ed equilibrati. Per gli esseri umani questa armonia e questo equilibrio costituiscono quello che normalmente viene chiamato “stato di salute”. Se però l’Energia Vitale non scorre bene, allora si creerà una disarmonia e uno squilibrio, che si manifesteranno, nel tempo, in malattia. Proprio perché questa Energia Vitale è così importante, così preziosa ed essenziale per la vita e per la nostra salute, è necessario che ogni essere umano sia in grado di comprendere meglio come poterla incrementare continuamente e lasciarla fluire liberamente.

Il Tao : l’ideogramma dell’Energia Vitale

L’ideogramma del Qi, o dell’Energia Vitale o del Soffio Vitale, è rappresentato dal TAO, che per la prima volta venne rappresentato da Lao Tsu, il filosofo a cui si attribuisce la nascita del Taoismo, intorno al 600 a.C.

Il TAO è la rappresentazione della “Matrice Universale” o dell’Energia Universale. E’ la rappresentazione dell’UNO, che identifica la fonte e il principio di tutto ciò che esiste e da cui hanno origine tutte le cose. Il TAO lo possiamo anche definire come la rappresentazione del principio della creazione da cui tutto nasce.

Il TAO viene spesso raffigurato come una sfera divisa in due identiche metà intersecate l’una nell’altra, una di colore bianco e una di colore nero, con al loro interno un piccolo seme del colore opposto, che rappresentano lo YIN e lo YANG, due forze uguali, opposte, complementari e interdipendenti; ognuna di queste due forze non può esistere in natura singolarmente ma esiste perché esistere anche l’altra.

L’Energia Yang ha in se la radice dell’Energia Yin, e viceversa; la radice dell’energia Yin viene rappresentata nel TAO con il punto bianco nella metà nera, mentre la radice dell’energia Yang viene rappresentata con il punto nero nella metà bianca. Questa rappresentazione evidenzia che, in ogni aspetto, esiste sempre la radice del suo opposto.

Queste due forze sono in continuo movimento e trasformazione, proprio grazie alla loro opposizione e alla loro azione combinata ed interconnessa. Essendo ovunque, permettono sia all’Universo stesso che a tutti i suoi abitanti, di muoversi continuamente e di ritrovare sempre un costante e nuovo equilibrio.

Queste due forze sono presenti ovunque e regolano, con il loro movimento, tutte le cose. L’una esiste perché esiste l’altra e non è possibile separarle.

Il QI o Energia Vitale è quindi la sostanza primaria di tutto l’universo, che si manifesta continuamente attraverso l’interazione dello Yin e dello Yang, essendo essa presente in ogni manifestazione della natura e nell’uomo.

Le due manifestazioni dell’energia vitale: Yin e Yang

Il Qi o Energia Vitale, si può manifestare sia in modo materiale che immateriale. Nella sua forma più pura, più sottile e rarefatta, si manifesterà come energia YANG ovvero come l’energia spirituale, anche detta Energia del Cielo. Al contrario, quando questa energia rallenta e si condensa, e quindi diventa più densa, più pesante, più grezza, più solida, si manifesterà come energia YIN, ovvero come energia materiale, anche detta Energia della Terra. Da questo punto di vista, l’energia e la materia non sono altro che i due stati estremi di tutte le possibili forme di aggregazione. Inoltre possiamo affermare che questi due stati opposti di aggregazione della materia, non sono indipendenti l’uno dall’altro, ma si trasformano uno nell’altro.

Grazie all’osservazione dei filosofi cinesi, si sono potute comprendere le caratteristiche di queste due energie : l’Energia Yang corrisponde al momento della creazione, dell’attività, dell’ espansione, e avrà una direzione verso l’alto; al contrario, L’Energia Yin corrisponde al momento di condensazione, di materializzazione, di manifestazione e per questo avrà una direzione verso il basso. Possiamo inoltre affermare che l’Energia YIN nasce da un movimento di contrazione e l’Energia YANG nasce da un movimento di espansione e tutta la vita è una continua sequenza di contrazione e espansione (come la pulsazione del cuore), ovvero di un susseguirsi di Energia YIN ed Energia YANG che si alternano all’infinito.   Se riuscissimo ad accettare questa rappresentazione, allora facilmente potremmo comprendere che tutto ciò che esiste è in “Continuo Movimento e in “Continua Trasformazione”, perché questa è una caratteristica insita proprio nel concetto di Energia. Potremmo anche affermare che l’Energia YIN e l’Energia YANG sono due forze che si creano e si controllano vicendevolmente e si trasformano l’uno nell’altro continuamente.

L’Energia YIN viene anche definita come l’energia potenziale che si manifesta attraverso la quiete ed ha la tendenza a contenere e ad accumulare forza. L’Energia YANG viene invece definita come l’energia che si esprime, che si manifesta attraverso il movimento e l’esteriorità. L’Energia YIN ha anche un movimento verso l’interno e spinge le persone verso l’introspezione e verso la comprensione di sé stessi; l’Energia YANG invece ha un movimento verso l’esterno, verso l’azione, e spinge le persone ad aprirsi e a relazionarci con gli altri.

La manifestazione dello Yin e Yang nel quotidiano

Per comprendere meglio l’Energia Yin e l’Energia Yang, è possibile osservare come queste due forze si manifestano nel nostro quotidiano e più in generale sulla Terra, visto che sono anche la rappresentazione della dualità che esiste sul nostro pianeta e con la quale facciamo i conti tutti i giorni. Infatti, sia in natura che per gli esseri umani, tutto si esprime in modo duale come maschile e femminile, cielo e terra, espansione e contrazione, bianco e nero, giorno e notte, caldo e freddo ecc. Erroneamente, però, nella coscienza collettiva si interpretano queste due polarità opposte, attribuendo ad ogni loro manifestazione anche un giudizio (positivo o negativo, giusto o sbagliato), senza pensare che tutto andrebbe osservato in modo neutro. Ognuno degli aspetti sopra indicati sono costantemente presenti nella nostra realtà anche se, in ogni momento della nostra vita, si manifesterà più un aspetto piuttosto che l’altro.

Se riuscissimo ad osservare ogni evento della nostra vita soltanto come la manifestazione dell’Energia Yin o Yang, accettando profondamente che tutto è in continuo movimento, potremmo anche osservare con più distacco le situazioni che ci accadono ed accettare meglio i momenti più difficili della nostra vita. Dovremmo infatti raggiungere la consapevolezza che, ogni momento difficile della vita, rappresenta “soltanto” la manifestazione dell’Energia in contrazione e ricordarci che, se fossimo in grado di lasciarci andare al flusso, l’Energia stessa ci porterebbe nuovamente in una fase di espansione. Purtroppo però, questo movimento dell’Energia Vitale viene spesso bloccato a causa della tendenza, più o meno generalizzata delle persone, di programmare e voler controllare gli eventi, un po’ per abitudine, un po’ per carattere e un po’ per educazione.

Il Campo Aurico

Il campo eterico, che viene anche denominato campo aurico, è il campo elettromagnetico che circonda e compenetra completamente il corpo fisico di ogni essere umano e che si espande fuori da esso per alcuni centimetri. Il campo aurico vibra a varie frequenze e riflette lo stato interiore della persona ovvero il suo stato fisico, emozionale, mentale e spirituale. Più la persona ha pensieri positivi, emozioni positive e più il campo elettromagnetico è espanso e quindi pieno di energia. Di conseguenza il corpo fisico sarà più vitale e la persona sarà in grado, più facilmente, di difendersi dagli attacchi esterni (di persone e situazioni) e avrà più potere di intervenire sugli eventi esterni e sulla realtà materiale.
Il corpo fisico quindi, è formato da energia, così come lo sono anche le emozioni, i pensieri e l’anima, espressioni della stessa energia, ma che vibrano ad una frequenza diversa. Ciò che vibra ad una bassa frequenza è il corpo fisico ed è per questo possiamo vederlo. Tutto ciò che vibra ad una frequenza più alta, non è più visibile, ovvero non appartiene più allo spettro visibile che può essere percepito dall’occhio umano. Questo però non vuol dire che questo campo elettromagnetico non esista, bensì soltanto che non è visibile !
La frequenza è la velocità di movimento dell’energia all’interno di ogni strato del campo aurico; pertanto, possiamo affermare che, tutto ciò che ha una velocità elevata, non è più visibile.
E’ importante ricordare che all’interno di questo campo sono contenute tutte le informazioni della persona, dagli eventi che ha vissuto, al suo modo di pensare e vedere le cose, alle abitudini e a tutte le informazioni che ha acquisito attraverso il DNA dai suoi genitori, a tutte le informazioni appartenenti alla coscienza collettiva del paese di nascita e a tutte le informazioni, per chi crede nella rincarnazione, riguardanti le vite precedenti dell’anima.
Insomma ci sono veramente tante informazioni in questo campo !
Inoltre tutto ciò che esiste sulla terra ha un campo energetico, dalle pietre, alle piante, ai fiori, agli animali, così come ai nostri organi, fino ad arrivare alle nostre cellule e al nostro DNA.
Se tutto ciò che ci circonda, sia materiale che immateriale è energia, e se anche noi siamo energia, vuol dire che ognuno di noi vibra ad una certa frequenza. La nostra frequenza potrebbe anche coincidere con la consapevolezza che abbiamo nel qui e ora.
Questo, di conseguenza, ci fa sintonizzare, inconsapevolmente, con situazioni di vita che “vibrano” alla stessa nostra frequenza. Essendo quindi dei magneti, possiamo comprendere che, ognuno di noi, attira nella vita, persone e situazioni, che vibrano alla nostra stessa frequenza. Quindi se noi non abbiamo una frequenza sufficientemente alta, ovvero se il nostro corpo energetico non è in equilibrio, se l’energia nel nostro sistema energetico non fluisce o non circola bene, perché presenta delle congestioni o delle interferenze, attireremo nella nostra vita materiale persone e situazioni che vibrano ad una frequenza “bassa”. Questo vuol dire che, nella pratica, ci ritroveremo succubi di situazioni che non avremmo mai voluto vivere, ma soltanto perché, per diverso tempo, non eravamo centrati, eravamo confusi, in ansia, impauriti e non abbiamo fatto nulla per trasformare quei nostri disagi.
Sulla base di questo, possiamo giungere alla conclusione che noi siamo ciò che pensiamo e, a seconda dei nostri pensieri, creeremo successo o fallimento.
Mai come in questo momento “siamo chiamati” ad aumentare la nostra consapevolezza, ad usare qualsiasi metodo per espandere il nostro campo aurico e non lasciarci travolgere dalle interferenze (emozioni, pensieri negativi ed informazioni) della coscienza collettiva.

Energie Pure e Congeste

L’energia sottile, e quindi invisibile all’occhio umano, si presenta sempre in due modalità diverse : l’energia pura è un’energia che nutre il corpo (fisico ed energetico), lo rende vitale, espanso e quindi è compatibile con la vita degli esseri umani; invece l’energia congesta o sporca, è un’energia che crea caos, squilibrio, alterazione nel nostro corpo e, nel tempo, può trasformarsi in sintomi sgradevoli, in malesseri e perfino in malattie. Questa energia è dannosa per la salute degli esseri umani.

Questa prima distinzione è importante per prendere coscienza che esistono delle energie invisibili dannose e che queste energie interferiscono costantemente con il nostro sistema energetico, creando delle contrazioni del nostro campo aurico, aumentando le congestioni, che, se non vengono espulse, possono portare alla comparsa di sintomi o malattie nel futuro.

Quindi possiamo sintetizzare che l’energia pura crea movimento all’interno del nostro corpo fisico e l’Energia congesta crea rallentamento e/o blocco del movimento. Ricordo che il concetto di movimento e trasformazione è uno dei punti cardine del concetto di salute: per essere e mantenere la nostra salute, sia fisica che psichica, l’energia deve essere in continuo movimento e noi in continuo cambiamento, cercando in tutti i modi possibili, di espellere le nostre congestioni.

Le meditazioni sono una buona pratica per ritrovare il nostro equilibrio, espellere le congestioni accumulate durante la giornata e prenderci del tempo per noi per ricaricarci di energia pura.

Le energie pure e congeste si possono trovare sia nell’ambiente esterno, sia negli ambienti interni (per es. casa, ufficio ecc) dove viviamo. Le congestioni degli ambienti interni sono spesso prodotte proprio dalle persone che vivono e/o frequentano questi stessi ambienti. Infatti tutti noi siamo “produttori” di energie congeste, che in parte vengono trattenute nel nostro sistema ed in parte rilasciate nell’ambiente. Le energie congeste rilasciate dalle persone nell’ambiente sono quelle psichiche, ovvero quelle prodotte dalle emozioni negative provate (come paura, terrore, rabbia, senso di impotenza, frustrazione, preoccupazione ecc) e dai pensieri negativi (come rimuginazioni o pensieri ossessivi) sui quali, volontariamente o involontariamente, ci sintonizziamo, e che vengono, come in questo periodo, alimentate anche dalle sollecitazioni esterne.

Riprenderemo più nel dettaglio questo discorso nei prossimi articoli, ma, visto che ora siamo tutti dentro casa, mi vorrei soffermare sulle energie congeste che sono prodotte soprattutto dalle apparecchiature elettroniche, quotidianamente utilizzate, come per esempio i cellulari, la TV, il Wi-Fi, i forni a microonde, le tastiere senza fili, i dispositivi bluetooth, ma anche dai ripetitori di cellulari o ripetitori radio, dai radar, dagli apparecchi a raggi X, dalle linee ad alta tensione, e da alcuni tipi di illuminazione, come per esempio il neon o le lampadine di ultima generazione.

Tutte queste apparecchiature, se pur di uso comune e ovviamente comodi, creano un grande danno alla salute, quindi dovremmo cercare, anche in questo caso, di cambiare un po’ le nostre abitudini e cercare di farne un uso più moderato, oppure usare delle accortezze.

Di grande attualità e anche di grande importanza è di informarsi sui rischi dei danni che la rete 5G, che è attualmente in via di sperimentazione, crea alla nostra salute. E’ stato infatti già dimostrato, ma ovviamente poco diffuso, che queste onde elettromagnetiche molto potenti non solo interferiscono con il nostro corpo fisico, ma addirittura producono dei cambiamenti significativi nel DNA delle persone, abbassando fortemente il nostro sistema immunitario e aumentando ovviamente il rischio delle malattie genetiche e probabilmente dei tumori. Ovviamente gli effetti prodotti li vedremo più chiaramente nei prossimi anni, sempre che i risultati non vengano occultati.

Pertanto, è vivamente sconsigliato dormire con il cellulare sotto il cuscino oppure sul comodino, portare il cellulare sempre con noi, mantenere il WiFi di casa sempre attivo (anche se a volte è impossibile); così come è anche sconsigliato posizionare la scrivania, dove passiamo tanto tempo per lavoro, sotto le lampade, soprattutto quelle al neon, mangiare cibi riscaldati al microonde ecc. Inoltre, soprattutto di notte, è consigliato evitare di stare vicino oppure a contatto con questa tipologia di congestioni perché la notte è il momento in cui il nostro corpo (soprattutto dalle 23.00 alle 3.00) si disintossica dalle tossine accumulate durante la giornata, e non è utile per le nostra salute assorbire ulteriori congestioni proprio nel momento in cui il corpo sta lavorando per espellere quelle già precedentemente accumulate.

La buona notizia è che, comunque, gli esseri umani ricevono costantemente dal pianeta, dalle piante e dal sole una grande quantità di energia sottile pura. Gli alberi, per esempio, operano costantemente una vera e propria “trasmutazione energetica”; trasformano, infatti, le energie insalubri e congeste in energie pure e vitalizzanti. Quindi non dimenticate di mangiare frutta e verdura cruda, di stare almeno 30-45 minuti al giorno al sole in terrazzo o in giardino, di far cambiare l’aria negli ambienti dove costantemente siete e di fare meditazione, yoga e ginnastica per aiutare il corpo espellere tossine!

La Risonanza

Nell’articolo Il Campo Aurico abbiamo spiegato che ognuno di noi, in quanto energia, vibra ad una certa frequenza, e che si sintonizza, anche inconsapevolmente, con frequenze che hanno la sua stessa vibrazione.
I nostri pensieri, le emozioni e gli stati d’animo, emanano quindi continuamente vibrazioni nello spazio intorno a noi, e non fanno altro che entrare in risonanza con situazioni, persone ed emozioni che hanno la stessa frequenza.
La Risonanza è quindi in generale il fenomeno di “comunicazione e sintonia”, che permette il trasferimento di energia ed informazioni tra due entità (esseri, fenomeni, cose, etc.) che hanno una vibrazione simile. Si crea quindi un linguaggio “non verbale”, che possiamo definire anche energetico-sottile, che permette il trasferimento di informazioni fra un campo aurico ed un altro, dove il campo con frequenza più bassa verrà influenzato dal campo con frequenza più alta.
Le connessioni che uniscono e sostengono aspetti diversi dell’universo hanno alla base il fenomeno della risonanza. Grazie a questa somiglianza, i fenomeni, gli oggetti o le energie sottili vibrano all’unisono, interagendo a distanza come apparati radio. Si sa che l’intensità e la chiarezza del suono della radio crescono in funzione della regolazione dell’apparecchio sulla frequenza più vicina a quella della stazione emittente.
La risonanza è talmente importante da rappresentare una delle Leggi Universali che regolano l’universo, e che spiegano le interconnessioni fra tutte le entità ed energie sottili che in esso esistono.
La Legge della Risonanza è anche strettamente collegata alla Legge di Attrazione, ed entrambe regolano il modo con cui le persone attirano altre persone o eventi che hanno frequenze simili, ovvero che hanno la stessa vibrazione. Questa sintonizzazione o risonanza avviene naturalmente a livello non tanto conscio, ma soprattutto inconscio, ed è indipendente dalla nostra volontà. Infatti ogni essere vivente emette energia fuori di sé, comunicando informazioni che riguardano soprattutto le proprie emozioni e gli intenti ad esse collegati.
Il significato di questo concetto ci porta a comprendere profondamente tante dinamiche della nostra vita, tanti eventi negativi che si ripetono, tanti circoli viziosi da cui spesso non capiamo come uscire.

E’ anche “a causa” della risonanza che restiamo spesso intrappolati in emozioni di ansia, rabbia, paura, rapporti interpersonali da cui non riusciamo a liberarci, non capendo che la frequenza delle nostre emozioni negative e delle nostre convinzioni inconsce ci fa attrarre per risonanza situazioni che hanno la stessa frequenza e la stessa vibrazione.
Ed è grazie alla risonanza, però, che, abbiamo la possibilità di trasformare in positivo la nostra vita e ciò che ci circonda.

Infatti tutte le esperienze hanno lo scopo di aiutarci ed ispirarci a capire delle parti di noi ancora invisibili e nascoste, per poterle trasformare. Per questo motivo possiamo considerare giuste tutte le esperienze che attiriamo nella vita, anche se sarebbe opportuno comprendere prima possibile l’insegnamento, per evitare che le esperienze che attiriamo diventino troppo pesanti da sostenere.

Cambiando il nostro modo di pensare, di vedere, di sentire e di affrontare le cose, innalziamo automaticamente la nostra frequenza, e possiamo finalmente sperimentare una realtà diversa, più appagante e gioiosa, che ci restituirà la nostra nuova immagine come uno specchio.
In base al principio di risonanza, se in un campo energetico immettiamo frequenze armonicamente “accordate” con lo stato naturale di benessere, e quindi se ci sintonizziamo su pensieri ed emozioni positive, le cellule, gli organi e l’intero sistema è indotto a riprodurre quella stessa frequenza. Le cellule inoltre sono sensibili al suono oltre che al linguaggio, al pensiero focalizzato, all’energia di amore che circola nell’ambiente.
E quindi ecco l’invito a cercare ogni strumento che ci aiuti a trasformare i nostri conflitti interiori per entrare e rimanere sempre in risonanza con pensieri di fiducia, amore, gioia, forza interiore ed armonia, per trasformare la nostra intera esistenza.
E’ vivamente consigliato fare meditazioni ed ascoltare la musica classica oppure la musica a 432 Hz.